Nekromanteion di Efyra

I nostri passi ci hanno guidato lì dove si sono posati anche i passi di Ulisse, quando cercava di trovare la strada per il ritorno alla sua amata Itaca. La maga Circe gli aveva consigliato di chiedere un oracolo al veggente Tiresia… “Lì Perimede ed Euriloco tenevano strette le carcasse. Allora io sfoderai la spada affilata dalla mia coscia e aprii una buca lunga e larga quanto un braccio e tutto intorno versai gocce di miele e latte prima, poi di vino dolce e infine di acqua fresca, omaggio a tutti i morti. Poi ci cosparsi sopra bianca farina di orzo…”.

Scrivi un commento

*